23.10.22

Antologia italo-rumena "Anima della parola", tra la capitale e la Romania

 

Dall'Accademia di Romania a Roma, il 14 settembre 2022, alla città di Iași nella patria di Eminescu, un autunno che mi ha portato a vivere uno scambio letterario fra due paesi europei. Al centro l'antologia "Anima della parola", pubblicata in versione bilingue grazie a Rodica Rodean e la sua associazione, "Universul Prieteniei", con la preziosa traduzione di Rodi Vinau.

L’antologia bilingue propone ai lettori 7 poeti romeni con poesie in romeno e tradotte in italiano, e 7 autori italiani con poesie in italiano, tradotte anche in romeno.

Poeti romeni: Florin Dochia, Aurel Stefanachi, Emilian Marcu, Doina Guriță, Mihaela Grădinariu, Cristina Ștefan, Ion Prăjișteanu

Poeti italiani: Max Ponte, Paola Casulli, Andrea Laiolo, Bartolomeo Smaldone, Alessandra Corbetta, Valerio Vigliaturo, Antonio Nazzaro.

Un articolo dedicato 

Sopra con Rodica Rodean e Rodi Vinau in visita al Palazzo della Cultura di Iași, sotto davanti al monumento dedicato ad Eminescu nei pressi del museo dedicato al più grande poeta rumeno.

16.5.22

Max Ponte candidato sindaco a Villanova D'Asti

 


Un poeta candidato Sindaco è sempre una novità e una presenza in grado di spostare l'accento della politica locale verso la crescita attraverso un forte impulso culturale e umanistico. I territori possono evolvere soltanto con una nuova strategia che metta al centro i cittadini, non soltanto per le loro esigenze materiali ma per i loro bisogni immateriali. Villanova D'Asti è uno di quei paesi appartenenti all'Italia interna, al microcosmo d'origine rurale, che devono essere riscattati da una condizione di marginalità. Un lavoro iniziato sicuramente dalle amministrazioni precedenti dal punto di vista strutturale ma che ora richiede anche un grande investimento di energie e competenze nella direzione di una sovrastruttura che rilanci il paese e ne rafforzi l'identità. Il poeta e scrittore Pasquale Vitagliano - già candidato Sindaco a Terlizzi (Bari) - ha dedicato un articolo alla candidatura di Max Ponte sul blog letterario La Poesia e lo Spirito dal titolo Sindaci (e) Poeti. Intervista a Max Ponte  Fra gli articoli usciti una presentazione della lista con intervista da La Voce di Asti.

24.12.21

Cinque poesie per Natale - di Max Ponte



1. 
Tu mi con tieni 

Tu mi con tieni
come un abaco
di sale tu mi 
con tieni come 
un baco da sole 
tu mi con tieni 
come un abito
di fole un in 
fante a Natale 

2. 
Di un Natale 

Di un Natale  
di duecento anni fa 
ed un inverno nel bosco 
attraversate le alpi con
i regali in auto quando 
eravamo fiamminghi 
e tutta la vita dipinta 
nei particolari minuti 
e le carte rosse dei 
pacchi le strenne 
e la luce dei punti 
interrogativi   

3
Ti ho vista a San Pietroburgo

Ti ho vista a San Pietroburgo
bambina donna ghiaccio
forse la trappola è solo una slitta
estrai nocciole dalle tavolette
come uno scoiattolo
il suo petrolio silvestre
la pioggia che scioglie le foglie
dove finiscono, nell'humus, i colori?
dove colorano, nel fumus, i fotoni?
il tuo sguardo è sprecato
fra le pareti di un'agenzia di Milano
ti ho vista a San Pietroburgo
e io ero un poeta russo
mancavano pochi giorni
al Natale
 
4. 
La cura del fuoco 

Quanto era grande
nei giorni d'inverno
nei ceppi di legno
nei cerchi di ghisa
la cura del fuoco
addomesticato e
imboccato, il fuoco
prima neonato
poi incendio tenuto
in cucina blandito
e sovrano irridente
il calore che sale 
per aria e i tubi
della nave invernale
quanto era grande
la cura del fuoco 
le bucce d'agrume
l'acre profumo
d'arancione memoria 
sul far del Natale 

5.
Sulla strada per Vladivostok 

Ti vidi per la prima
volta in libreria
sulla strada per
Vladivostok i tuoi
capelli color miele
i binari ghiacciati
i bottoni del paltò
color verderame
il cielo grigio perla
adagiato sulle case -
avevi l’odore dei
bambini a 4 anni
sapevi d’acqua di rose 
crema, pigiama
mela grattugiata
con scorza di limone

Max Ponte

[In copertina: "Paesaggio invernale con pattinatori e trappola per uccelli" di Pieter Bruegel il Vecchio, 1565]